Chi sono

Mi presento!

Sono Luca Moretti, classe ’80,  “USA addicted”, nella vita sono un fotografo e un blogger. Ho i cromosomi del viaggiatore “zaino a spalla”. Ho sempre viaggiato, fin da “piccino” e del viaggio ho fatto il mio lavoro. Ogni volta che tornavo a casa… volevo ripartire per un’altra avventura. Ho gli Stati Uniti nel sangue. Finora ho visitato 19 Stati, Alaska compresa, e supererò i 20 dopo questo meraviglioso viaggio in Oklahoma.

hiebricktown.com è il mio diario di viaggio in Oklahoma. Amo la musica, soprattutto il Country Rock americano degli anni d’oro e il Blues. L’Oklahoma è la patria del “Tulsa sound”, lo stile musicale che prende origine dalla città di Tulsa (Oklahoma).

 

Non si parte per andare da nessuna parte senza aver prima di tutto sognato un posto. E viceversa, senza viaggiare prima o poi finiscono tutti i sogni, o si resta bloccati sempre nello stesso sogno.
Wim Wenders

 

 

Frontier Strip

Sentite il Banjo, immaginate distese di praterie, alternate dai classici mulini in stile americano. Sullo sfondo, antiche riserve di Nativi d’America. Beh… siamo in Oklahoma, la regione delle grandi pianure.
Lo stato dell’Oklahoma è situato lungo la cosiddetta Frontier Strip ovvero la linea che demarca idealmente gli Stati Uniti dell’Est da quelli dell’Ovest. I boschi coprono un quarto del territorio e attraversare il tutto, lungo la Route 66 è un’esperienza unica, incredibile.
Lo Stato ospita inoltre circa 39 tribù dei nativi d’America, i quali mantengono e tutelano le loro tradizioni gestendo numerosi musei ed organizzando manifestazioni per la conoscenza della cultura indiana (da non perdere il Totem Pole Park).
Patria del “Tulsa sound”, lo stile musicale che prende origine dalla città di Tulsa (Oklahoma). È un mix di diversi generi, tra i quali Rockabilly, Rock ‘n’ roll e Blues con richiami che vanno dal jazz al funky.
Il 5 dicembre 1938, a Oklahoma City, nasceva il massimo esponente ed inventore del Tulsa Sound: J.J.Cale.

Cale è il classico esempio di come la chitarra non sia solo velocità, ma anzi, di come la lentezza dei suoi brani, esalti determinate atmosfere…